Come vendere un prodotto online

Vendere online, al giorno d'oggi, è qualcosa davvero alla portata di chiunque. Si tratta di qualcosa che può avvenire con diverse modalità e con diversi volumi di affari.

Il mondo della vendita online è davvero molto esteso. Per tanto con questa guida, che cercherà comunque di essere sufficientemente esaustiva, non ci aspettiamo di riuscire a parlare di tutto.

I grandi marchi della vendita online

La prima cosa che viene in mente a chiunque, parlando di vendita in internet, sono certamente i grandi nomi come Ebay o Amazon.

Ebay mette prevalentemente in contatto tra di loro (ma non soltanto) privati che vendono e acquistano anche prodotti di seconda mano. Lo si potrebbe quasi definire un sito a metà strada tra C2C e B2C.

Per quanto riguarda Amazon ed altri marketplace, invece, parliamo di un sistema di vendita quasi esclusivamente B2C. Il consumatore compra direttamente da Amazon.

È Amazon stesso che si occupa di spedire l'oggetto, il quale si trova depositato presso i suoi magazzini. Lo stesso vale per altri, come Aliexpress, Zalando, ecc.

Ora che abbiamo illustrato i nomi più noti dell'e-commerce mondiale, iniziamo a parlare di come può un privato vendere dei prodotti su internet.

Come si può vendere online?

Poniamo caso che un singolo privato voglia usufruire di internet per vendere online.

È possibile? Naturalmente è possibile.

Per prima cosa occorre capire in che modo e cosa vuole vendere. Qui si aprono principalmente due possibilità:

  • Vendere prodotti propri;
  • Diventare affiliato, ed utilizzare il proprio sito o blog per sponsorizzare prodotti di altri.

Sono entrambe delle modalità molto diffuse e funzionali. Vediamole più da vicino.

Vendere prodotti propri

Questo è forse il metodo più impegnativo, poiché richiede di costruire per conto proprio una sorta di indentità, di riconoscibilità, che vada ad identificare il proprio prodotto (sia che si tratti di un prodotto tangibile, ma questo discorso vale anche per un servizio che si voglia erogare al pubblico).

In aggiunta a ciò, se si vuole vendere in internet, è necessario avere uno spazio proprio: un sito, oppure un blog.

In casi di questo tipo l'attenzione deve essere dedicata sia al processo creativo del prodotto, sia alle campagne pubblicitarie che portano quest'ultimo ad essere conosciuto, e quindi acquistato dai consumatori.

È quindi consigliabile che il primo passo sia quello di avere dei profili social corrispondenti a quelli del venditore o del blog/sito. Questo aiuterà a posizionare le fondamenta di ciò che verrà successivamente.

Ciò che deve venire dopo sono sicuramente delle campagne di marketing ben ragionate. Per i social è consigliabile iniziare con una campagna di display advertising.

L'obiettivo è quello di portare i consumatori sul sito. Una volta sul lì, poi, in maniera tutt'altro che invadente, sarebbe auspicabile riuscire ad ottenere il loro indirizzo e-mail, al fine di ridurre le distanze tra loro e la vendita del prodotto.

Tutto questo rientra in un più ampio processo, quello della conversione, che in parole povere porta un utente ad acquistare un prodotto, passando per vari passaggi (compilare form, lasciare mail, cliccare su link, ecc).

Insomma, il grosso del lavoro, in casi come questi, è sulla promozione del prodotto.

Vendere prodotti tramite influencer

Una menzione obbligatoria va a questo modo di far conoscere un prodotto, che negli ultimi anni rappresenta un trend forte crescita.

Tutti conosciamo bene o male gli influencer, ovvero quelle figure che godono di enorme visibilità, e che hanno un seguito di migliaia, se non milioni, di utenti.

Proprio in virtù di questa loro visibilità, ultimamente si sceglie di affidare proprio a loro la sponsorizzazione di un prodotto.

Tendenzialmente è una strategia assunta per lo più da aziende o case produttrici piuttosto che da singoli privati, ma quel che ci interessa illustrare è il modo in cui funziona questa cosa.

Affidarsi a degli influencer vuol dire, attraverso la loro immagine, veicolare il prodotto fino a raggiungere il loro pubblico.

Generalmente i fan di questo o quell'influencer tendono ad avere fiducia. Specialmente se l'influencer in questione non è semplicemente un personaggio noto e famoso, ma anzi un esperto del settore in questione (esempio banale, Clio Make-up per quanto concerne i cosmetici).

Vendere prodotti come affiliato

Quella del sito affiliato è una strategia molto diffusa al giorno d'oggi.

La si utilizza molto in tutti quei casi in cui si possiede un sito o blog che si concentra su qualche tipo di argomento in particolare (ad esempio libri, oppure abbigliamento), e lo si utilizza per sponsorizzare prodotti non propri.

Molti grandi marchi mettono a disposizione degli affiliate program: Amazon, Zalando, Aliexpress, solo per citare i più famosi.

Quasi tutti i programmi di affiliazione si basano sulle commissioni, con diverse percentuali e modalità di accredito o riscossione (nemmeno troppo differenti tra loro in realtà).

Per tanto, su ogni prodotto che il marketplace vende grazie al link di affiliazione del nostro sito, noi guadagniamo una percentuale dalla vendita.

Generalmente tutto ciò non richiede un lavoro di promozione ingente come quello richiesto dalla vendita di prodotti propri, poiché si presuppone che il nostro blog o sito abbia già un proprio pubblico di riferimento.

Per tanto saranno loro che, stimolati e persuasi dal nostro sito, cliccheranno il link di affiliazione che li porterà poi al prodotto che noi stiamo consigliando loro.

Perché vendere prodotti online?

È indiscutibile che oggi come oggi sia una pratica estremamente diffusa, per tantissime ragioni.

Le principali sono sicuramente: perché si può fare e perché lo si può fare in tutta comodità.

A disposizione di questo settore oggi esistono migliaia di strumenti pensati per migliorare i siti, per far sì che siano visti prima di altri.

Altri software per la gestione del magazzino, e via dicendo, con miriadi di altre soluzioni, pensate per gestire altrettante situazioni.

Vendere online, oggi, è qualcosa di imprescindibile se, semplicemente, si vuol vendere.

Anche chi ha un negozio fisico, non può permettersi il lusso di non rivolgersi ad internet.

Perché?

Perché aumenta in maniera esponenziale il bacino d'utenza e le possibilità di vendita.

Basti pensare ad un piccolo commerciante con una piccola botique o bottega in un piccolo paesino, che però riesce ad esportare i propri prodotti dall'altra parte del mondo. Impensabile senza internet.

In conclusione, internet mette a disposizione un'infinità di possibilità e soluzioni a chi desideri vendere online. Tutto ciò che occorre è passione ed intraprendenza. Professionalità ed esperienza si aggiungeranno un po' alla volta.

Hai bisogno d'aiuto per vendere un prodotto online?

Scrivici su Whatsapp per sapere gratuitamente e senza impegno come far crescere la tua azienda.

Lasciaci il tuo numero per essere ricontattato gratuitamente e senza impegno.

Noi utilizziamo Framework360

La prima Essential Marketing Platform, un software di marketing molto potente.

Realizzando il tuo sito web su Framework360 otterrai un notevole incremento delle performance delle tue campagne di marketing.

Ricevi news e strategie settoriali dal mondo del digital marketing:

Tranquillo, non ti invieremo mai spam e terremo i tuoi dati al sicuro.

Hai trovato interessante questo articolo?