La forza di Huawei è sempre stata la ricerca e sviluppo e l'abitudine costante di depositare brevetti di ogni tipo.

Huawei, infatti, vanta vari tipi di primati in questo senso. Nel 2015 ha depositato ben 50.000 brevetti e detiene il record di ben 3.898 proposte totali. 

Scopriamo, quindi, brevemente la storia dell'impero Cinese delle telecomunicazioni che sta mettendo a soqquadro il mondo della telefonia in tutto il mondo.

Huawei nasce come azienda di telecomunicaizoni nel 1987 e ha il quartier generale a Shenzhen, Guangdong, in Cina. Il fondatore è un'ufficiale dell'esercito popolare cinese, Zen Zhengfei.

Negli anni 90, Huawei, gestisce le vendite di un produttore Cinese di centrali telefoniche (McKinsey & Company) ma ben presto riesce a crearne di proprie. 

Da qui un'ascesa vertiginosa determianta dalla ramificazione dei propri sistemi infrastrutturali di telecomunicazioni nelle zone rurali di Hong Kong.

In pochi anni, l'azienda si evolve spostando la propria attenzione alle infrastrutture per BtoB (attività come hotel e ristoranti) fino a potersi permettere di iniziare a collaborare con importanti brand dello stesso settore (in Italia, non tutti lo ricordano ma Huawei collaborò con Vodafone quando erano di moda le pennette usb).

Negli anni 2000 l’espansione globale di Huawei è completa con infrastrutture in tutto il mondo: apre un centro di ricerca in India, nel 2005 gestisce la parte tecnica delle infrastrutture di British Telecom, in Norvegia nel 2009 porta la prima rete 4G al mondo.

Insomma tutto era pronto per l’ingresso in un mercato competitivo quanto redditizio: quello degli smartphone.

Era il 2013, quando, nello scetticismo generale,  esce sui principali canali di distribuzione, Ascend P6, il primo smartphone di Huawei.

Anche il marketing dell'azienda è aggressivo e in Italia, si ricorda la sponsorizzazione di Huawei con l'AC Milan.

Marketing e strategia di mercato di Huawei

Partiamo da una nota di colore: il nome Huawei in Cinese significa letteralmente "Il successo Cinese" ed è la somma di due termini (华 equivalente di fiore ma spesso si usa lo stesso termine per definire la Cina e 为 che invece significa azione e quindi successo).

Tornando alle strategie di marketing di Huawei, dobbiamo per forza entrare in alcuni meccanismi anomali rispetto ai giganti dell'Hi-tech. Intanto, il fondatore detiene solo 1.4% delle azioni, mentre le altre sono suddivise tra gli 80.000 dipendenti del ramo ricerca e sviluppo sui 180.000 totali dell'azienda (sono comunisti d'altronde).

Un'altra anomalia forte oltre alla suddivisione delle quote azionarie della società, rispetto quello che potremmo pensare di un'azienda di tale calibro, è che ad intervalli regolari, il CEO dell'azienda cambia (una sorta di gruppo rotativo di dirigenti).

Infine, azienda è divisa in tre grandi core business.

  • Gruppo Carrier Network Business: si occupa di reti wireless e reti fisse
  • Enterprice Business: una sorta di mega storage dove vendono analizzati i dati e inviati alle varie diramazioni aziendali
  • Consumer Business: questo è il gruppo che sviluppa smartphone e elettronica di consumo.

Come visto, i fattori che influenzano il successo del brand a livello globale è difficile da definire anche a causa delle differenze molto forti con le altre aziende.

Ci proviamo in ogni caso e cerchiamo ora i capire il posizionamento del brand Huawei rispetto agli altri competitor.

Prezzi aggressivi e marketing d'effetto: ecco i segreti del successo di Huawei!

Lo abbiamo capito, la forza di Huawei sta nell'innovazione continua. Nel 2014 per capire l'importanza di questo valore per l'azienda, nell'isola di Man è nata, grazie alla società Cinese, la prima rete 5G al mondo!

Insomma, altissima specializzazione fortissima propensione all'innovazione, ecco i valori cardine di Huawei.

Il posizionamento del proprio brand e dei propri prodotti, per Huawei è tutto.

Nel 2015 esce una famosa campagna d'effetto e molto forte.

"The journey is hard. And joyful"  (il viaggio è duro ma gioioso) una sorta di inno aziendale che sprona a fare ancora di più. Trapela l'idea di voler ringraziare il duro lavoro dei dipendenti i quali sono i fautori dell'idea che si ha all'esterno del brand. La realtà è invece una realtà più complessa che porta con sé difficoltà e momenti bui, un pò come la ballerina che all'esterno da l'idea di leggiadria e perfezione ma che è frutto di duro lavoro, fatica e sofferenza.

Campagna branding Huawei

Nel 2017, invece, Huawei sviluppa un'altra campagna molto diversa da quella appena esposta.

In questo caso si esalta il prodotto che è ormai pronto ad esporsi al mondo e sopratutto ai competitor di settore.

Un fascio di luce illumina il prodotto simbolo della forza del brand e dei valori ormai consolidati.

Campagna 2017 Huawei

I migliori, i più veloci, sono aggettivi e frasi ad effetto molto spesso utilizzate dalla casa produttrice Cinese. In effetti, Huawei non ha paura della concorrenza, forte della sua innovazione e della sua altissima specializzazione.

Il tutto ad un prezzo basso o per lo meno molto più competitivo rispetto ai giganti (ormai raggiunti) Apple e Samsung.

La comunicazione di Huawei, invece, è una comunicazione che si è dovuta evolvere per il mercato degli smartphone uscendo dai tecnicismi del BtoB. Il payoff "make it possibile" racconta il brand invece di fare una mera lista di caratteristiche (e comunque che caratteristiche) che offre il prodotto!

Insomma, Huawei è qualità al servizio prima delle aziende e ora anche dei consumatori. L'ascesa della casa produttrice Cinese è senza limiti e i giganti Apple e Samsung temono davvero l'impero di Zen Zhengfei.

Potrebbero interessarti...


Il cliente al centro del progetto: come Amazon ha rivoluzionato il mondo dell’e-commerce

19/01/2019

Il cliente al centro del progetto: come Amazon ha rivoluzionato il mondo dell’e-commerce

Amazon è ormai l’e-commerce più popolare e importante al mondo, il suo fondatore Jeff Bezos è da poco tempo l’uomo più ricco del pianeta superando Bill Gates con un patrimonio di ben 166 miliardi di dollari.

Ikea ovunque: marketing integrato di successo

19/01/2019

Ikea ovunque: marketing integrato di successo

Mentre per Zara e Amazon le ragioni del successo sono da ritrovare nella sapiente gestione di un canale di comunicazione ben studiato, per Ikea la situazione è diversa e più articolata.

+39 329 037 44 25
info@marketingstudio.it
Chiama Consulenza