Il marketing relazione può essere definito come tutte quelle attività che permettono alla tua azienda di relazionarsi con il cliente e creare contatto con lui (o loro).

Banalizzando parliamo di fidelizzare, gestire, monitorare, ottimizzare e migliorare il rapporto tra cliente e la tua azienda, ecco cosa significa fare marketing relazionale.

Questa particolare forma di marketing è definito one to one, si verifica infatti tra te (l'azienda) e il cliente finale. In pratica, tra te e chi utilizza i tuoi strumenti o servizi.

Il marketing relazionale non "spara nel mucchio" ma si concentra solamente su un target molto ristretto di consumatori. Questo target è estremamente profilato ed è, in realtà, il risultato di anni di esperienza. Il marketing relazione quindi si interessa esclusivamente dei tuoi stakeholder  (clienti già acquisiti che fanno parte del tuo core business) che devono essere incentivati a rimanere tali.

Come fare marketing relazionale in maniera efficace

Per fare marketing relazione, di base, basta avere inventiva: Club ristretti e agevolazioni per i clienti, raccolte fondi, programmi di affiliazione, member get a members e chi più ne ha più ne metta.

Per raggiungere il proprio obiettivo di creare customer loyalty (la famosa fidelizzazione del cliente), è fondamentale capire chi fa parte del tuo core business (età, interessi, comportamenti ecc) ed è perciò molto difficile riuscire a capire qual è quell'importantissima fetta del proprio mercato in conseguenza delle evoluzioni fisiologiche dello stesso target negli anni se non dei mesi (dipende dal settore).

Operativamente come si fa marketing relazionale nel 2019?

Semplice, di base, a livello web e digitale, senza dubbio è fondamentale utilizzare un CRM (Customer Relationship Management) un gestionale complesso, che crea e gestisce delle automazioni (il giorno del compleanno del cliente si inviano gli auguri tramite mail, quando scade un prodotto si invita a rinnovarlo). Questi sistemi si fondano su un database di contatti (lead).

Nello specifico oltre al CRM per fare un buon marketing relazione occorre anche:

  • Un servizio clienti valido e professionale per il post vendita
  • Formazione continua dei clienti tramite meeting e programmi di aggiornamento
  • Saggio e strategico utilizzo dei social: questo potente strumento non serve solo ad attrarre nuovi clienti ma anche a coltivare e gestire quelli già raggiunti
  • E-mail marketing: come accennato è fondamentale l'invio di newsletter mirate 

Per capire chi sono i propri clienti da fidelizzare è consigliato utilizzare sondaggi e feedback pre e post acquisto così da creare un campione utile ad analizzare le evoluzioni del proprio target di riferimento.

Esempi di marketing relazionale

È inutile parlare di grandi brand in questo caso. Con gli strumenti a nostra disposizione ora sia la grande azienda, sia la piccola attività locale possono fare marketing relazione in maniera perfetta. Si un CRM dedicato costa ed è un investimento ma un sondaggio su Facebook invece, non costa nulla solo tempo e che dire del barista che puntualmente ti dice "il solito?" È questo il vero marketing relazionale.

Potrebbero interessarti...


Il cliente al centro del progetto: come Amazon ha rivoluzionato il mondo dell’e-commerce

19/01/2019

Il cliente al centro del progetto: come Amazon ha rivoluzionato il mondo dell’e-commerce

Amazon è ormai l’e-commerce più popolare e importante al mondo, il suo fondatore Jeff Bezos è da poco tempo l’uomo più ricco del pianeta superando Bill Gates con un patrimonio di ben 166 miliardi di dollari.

Ikea ovunque: marketing integrato di successo

19/01/2019

Ikea ovunque: marketing integrato di successo

Mentre per Zara e Amazon le ragioni del successo sono da ritrovare nella sapiente gestione di un canale di comunicazione ben studiato, per Ikea la situazione è diversa e più articolata.

+39 329 037 44 25
info@marketingstudio.it
Chiama Contattaci