La storia di Conor McGregor

Campione in assoluto di box, pesi leggeri, pesi piuma e artista marziale misto irlandese.

Non posso non parlarvi del famoso Conor Anthony McGregor.

Conor McGregor: da idraulico a campione

Conor nasce nella periferia di Crumlin a Dublino, da una una famiglia di operai, il padre era stato prima idraulico, poi tassista.

La madre, invece, si occupava della casa e delle due figlie maggiori.

Nasce già con i pugni serrati, ignaro del fatto che da li a poco sarebbe diventato un campione di fama mondiale.

Da ragazzino amava la kickboxing ed il calcio, ma si è dedicato totalmente alla box.

Non termina gli studi, diventa assistente idraulico e dopo turni di lavoro di dodici ore si chiude in palestra per allenarsi, per seguire la sua passione.

Sono Conor McGregor, ho 20 anni e sono il miglior peso piuma in circolazione”.

Questa è una delle prime dichiarazioni della sua lunga carriera di trash talker.

McGregor nella sua carriera ha vinto tutto quello che c’era da vincere e ha riscritto le regole del gioco.

Inoltre, è diventato il volto planetario non solo di uno sport, ma anche di una mentalità.

É passato dalla miseria più assoluta al lusso più sfrenato.

Ha messo K.O campione dopo campione e ha fatto scalpore sconfiggendo nei pesi piuma la leggenda Jose Aldo.

Le ragioni del successo di Conor Mcgregor

La box è stata la salvezza di Conor sotto ogni aspetto. 

Egli afferma che: “Da giovane non ho mai praticato seriamente la boxe finché non ho fatto a botte per una ragazza con il suo ex fidanzato, più vecchio e grosso di me. Oggi io e quel ragazzo siamo amici ma è bello sapere che sono sempre in grado di piegarlo come una sedia a sdraio!“.

Quando Conor era piccolo risultava basso e magro e spesso era vittima di bullismo, infatti, oltre alla box ha integrato altri sport di combattimento come: la capoeira, il grappling e il karate.

McGregor voleva diventare ricco e famoso per non dover di nuovo patire la fame e mantenersi con 188 Euro di sussidio di disoccupazione.

A 20 anni incontra la sua dolce metà Dee Devlin, in lei trova forza per combattere su ogni ring.

La box come stile di vita

Conor Mcgregor si allenava duramente ogni giorno anche dopo essere entrato nell'MMA.

I primi cinque anni sono stati molto duri.

Il pugile, veniva pagato 85 euro a incontro e sopravviveva con 1500 Euro all’anno.

Il 6 aprile 2013 vince il primo round di MMA, portando il proprio record personale a 13-2, con due titoli Cage Warriors, ovvero piuma e leggeri.

Il 12 dicembre a Las Vegas affronta José Aldo in un match per l'unificazione delle cinture UFC dei pesi piuma vedendolo vincitore.

Nei suoi match ci ha sempre messo, passione, dedizione e tutto il suo cuore per vincere.

La sua vincita in se per sè non la dedicava solo a se stesso, ma anche a tutte le persone che hanno creduto in lui e che gli hanno dato la forza di andare avanti, sempre.

Nonostante la povertà, nonostante le mille difficoltà Conor si è posto un obiettivo e l'ha portato a termine!

Ecco ora la vita del pugile adesso grazie alla dedizione ed ai suoi sacrifici

Queste sono le ragioni del suo successo, niente strategie di marketing, niente investimenti in borsa, niente vestiti con cravatta.

Solo, passione, forza di volontà e tanto amore nel suo lavoro!

Molti grandi personaggi sono nati dal nulla.

Anche tu puoi farcela, ti servono solo tanto impegno e un buon consulente di marketing.

Scrivici su Whatsapp per sapere gratuitamente e senza impegno come far crescere la tua azienda.

Lasciaci il tuo numero per essere ricontattato gratuitamente e senza impegno.

Noi utilizziamo Framework360

La prima Essential Marketing Platform, un software di marketing molto potente.

Realizzando il tuo sito web su Framework360 otterrai un notevole incremento delle performance delle tue campagne di marketing.

Ricevi news e strategie settoriali dal mondo del digital marketing:

Tranquillo, non ti invieremo mai spam e terremo i tuoi dati al sicuro.