Peter Thiel nasce l’11 ottobre 1967 a Francoforte sul Meno, in Germania, studia alla Stanford University e si laurea nel 1989.

Ai tempi dell’università Thiel conosce Elon Musk, un giovane rampante che stava sviluppando un progetto molto interessante non dissimile dall’idea imprenditoriale che aveva Thiel.

Thiel, intanto, fonda nel 1998 un'azienda denominata Confinity Inc. con l’amico Max Levchin, un informatico ucraino di Chicago.

La società si chiama così da un intelligente fusione tra infinito e fiducia e iniziano a collaborare con loro anche Luke Nosek, un promettente talento polacco proveniente proprio da Stanford, oltre che molti altri studenti dell’Università.

Confinity permetteva ai propri clienti di scambiare denaro in tutta sicurezza e in massima velocità appoggiandosi ad un particolare hardware (il PalmPilot). Ma ben presto capirono che, in realtà, non ne avevano bisogno.

Intanto, a cavallo del '99, il giovane di cui parlavamo prima, Elon Musk, rampante e pieno di entusiasmo (e di soldi grazie ad importanti finanziamenti ottenuti tramite alla nota società Sequoia Capital, che versò 17 milioni di euro nelle casse di Musk) crea X.com, un servizio non molto diverso da Confinity che permette di rendere estremamente sicure le transazioni internet.

Mentre Confinity capisce ben presto che la vera innovazione sta nell’immagazzinare il denaro canalizzandolo poi per le future transizioni, X.com nasce come banca on line con un'offerta promozionale dove il nuovo utente avrebbe ricevuto 13 euro da incassare in un qualsiasi bancomat. Con questo escamotage, in pochi mesi Musk conta più di 100mila clienti.

Essendo X.com e Confinity due facce della stessa medaglia, nel 2000 Thiel e Musk trovano un accordo e Confinity viene acquisita da X.com: nasce una nuova società con il nome di PayPal. D'altronde era davvero inutile farsi la guerra quando potevano creare un impero.

Ovviamente gli anni di convivenza non sono facili: alla dirigenza dell’azienda si alterneranno sia Musk che Thiel ma l’occasione da prendere al volo è nel 2002. Il mercato della sicurezza on line sta esplodendo ed eBay non si lascia trovare impreparata.

Infatti, in quell’anno, si concretizza l’acquisizione della neonata PayPal da parte del gigante delle vendite. Dopo varie trattative eBay acquisisce Paypal per circa 18 milioni di dollari.

Da quel momento in poi Musk e Thiel prendono strade diverse e, mentre sappiamo benissimo dove è arrivato Musk, è interessante notare che anche Thiel non si è fatto dimenticare. Nel 2004 infatti Thiel, forte dei tanti milioni guadagnati, decide di investire in un progetto universitario molto promettente. Indovinato, è proprio il futuro Facebook di Mark Zuckerberg.

Thiel investe 500 mila dollari e attualmente è un importante investitore della società, detenendo infatti il 10,2% dell'intero pacchetto azionario.

Cos'è PayPal e qual'è la ragione del suo successo

Nel 2015 PayPal Holding Ltd. diventa un'entità indipendente da eBay.

Nel 2006 può contare già 197 milioni di utenti in tutto il mondo. Insomma, il servizio di criptazione delle transizioni internet esplode!

La moderna PayPal è una piattaforma digitale (esiste ovviamente anche l'app) dove si può di fatto creare un conto virtuale. A questo conto si possono associare veri conto correnti e carte di credito. Basterà aver effettuato una registrazione e si avranno a disposizione molte operazioni da effettuare nella massima sicurezza.

Con PayPal si può:

  • Fare acquisti on-line tramite eBay
  • Ricevere denaro tramite la sezione apposita (basta fornire la mail di registrazione alla persona che ci deve pagare) 
  • Si possono fare pagamenti (sia su siti esterni scegliendo PayPal come metodo di pagamento, sia all'interno della piattaforma grazie alla sezione apposita "Invia denaro")
  • Si possono fare inoltre operazioni combinate tra il conto PayPal e il proprio conto corrente o carta prepagata (ricaricare uno o l'altra)

PayPal è ormai il circuito di transizioni criptate più utilizzato al mondo. Garantisce massima sicurezza e affidabilità e opera in più di 200 paesi con 25 valute differenti.

Il marketing strategico di PayPal e il proprio vantaggio competitivo

"Costruisci la soluzione di pagamento più conveniente, sicura e conveniente del web, crea la soluzione di pagamento più conveniente, sicura ed economica" è la mission di PayPal.

Il vantaggio competitivo di PayPal sta nell'essere riusciti a centralizzare tutti i servizi su un'unica piattaforma end-to end rendendo operazioni in ogni caso complesse, alla portata di tutti.

PayPal in ogni caso ha dei concorrenti diretti, anche se visto che si parla dell'azienda pioniera nel settore, resta di fatto l'azienda di riferimento nel segmento. I principali competitor diretti di PayPal sono: clearXchange, Apple Pay, Google Wallet, WePay, 2Checkout.

PayPal dà lavoro a ben 18.000 persone in tutto il mondo con volumi di pagamenti stimati nel 2016 fissi a quota 359 miliardi (6.1 miliardi di singole operazioni svolte).

Secondo Forbes, PayPal è al 380esimo posto come valore del proprio marchio globale e si valuta l'azienda nel 2017 con una stima di ben 51,7 miliardi di dollari.

Potrebbero interessarti...


Il cliente al centro del progetto: come Amazon ha rivoluzionato il mondo dell’e-commerce

19/01/2019

Il cliente al centro del progetto: come Amazon ha rivoluzionato il mondo dell’e-commerce

Amazon è ormai l’e-commerce più popolare e importante al mondo, il suo fondatore Jeff Bezos è da poco tempo l’uomo più ricco del pianeta superando Bill Gates con un patrimonio di ben 166 miliardi di dollari.

Ikea ovunque: marketing integrato di successo

19/01/2019

Ikea ovunque: marketing integrato di successo

Mentre per Zara e Amazon le ragioni del successo sono da ritrovare nella sapiente gestione di un canale di comunicazione ben studiato, per Ikea la situazione è diversa e più articolata.

+39 075 96 97 965
info@marketingstudio.it
Chiama Contattaci