Prima di Taffo bare e slogan, dopo Taffo ironia e dissacrazione.

Nulla da dire. Taffo ha davvero rivoluzionato il modo di comunicare del settore delle pompe funebri!

Sono balzati alle cronache qualche anno fa grazie ad un web marketing dissacrante e scherzoso che ha, di fatto, creato un nuovo modo di comunicare per il loro particolare settore.

La pubblicità di Taffo nasce molto prima dei social e si avvaleva già di cartellonistiche molto provocatorie. Poi negli ultimi due o tre anni ha preso piede anche sui social.

Da qualche anno i nuovi proprietari (i parenti del capostipite) hanno scisso Taffo in due società distinte: 

  • Taffo Funeral Services (con il sito taffo.it) che comunica nel web dal 2011 e collabora con due aziende che ne seguono il marketing digitale:  Peyote ADV che lavora a stretto contatto con Kirweb (di Riccardo Pirrone), è grazie alla sinergia di queste due realtà che conosciamo un modo innovativo e rivoluzionario di comunicare per un'azienda di pompe funebri! Per quanto riguarda la seo e il sito web si rivolgono a NDV Comunicazione. Non entreremo molto in merito rispetto a questo aspetto ma è da sottolineare che esiste un www.taffonoranzefunebri.it che sfrutta in tutto e per tutto la notorietà del vero Taffo.
  • Taffo G&C Onoranze Funebri (con il sito taffo.com) che comunica sul web dal 2015 (quindi quello che ha creato il famoso modo di comunicare è l'altro) e si avvale solo di un grafico interno all'azienda (le idee di base sono del proprietario).

Nello specifico:

Taffo Funeral Services conta ben 124.000 persone come fan base di Facebook (i numeri varieranno velocemente visto l'incremento impressionante di persone che mettono mi piace sulla pagina) e hanno sede operative a Roma, L’Aquila, Montereale, Lavinio e Nettuno. Il proprietario è Alessandro Taffo.

Taffo G&C Onoranze Funebri, invece, conta circa 82.000 persone come fan base di Facebook e ha sede a L’Aquila.

Taffo G&C Onoranze Funebri è gestito da Giacomo Taffo, cugino del Taffo di Funeral Services che gestisce in proprio la comunicazione dell'azienda (come detto con tanta creatività e l'ausilio di un grafico interno all'azienda). Ecco cosa dice sulla comunicazione della sua attività:

“Sto cercando di cambiare il volto dell’azienda. Quando uno pensa alle onoranze funebri, pensa sia una cosa triste. In realtà è un mestiere come un altro, ma è visto con un po’ di scetticismo. Lo stiamo cambiando. Mi sono ispirato a quello che fanno i grossi brand come Ceres e Coca-Cola. Leggo libri sul marketing. È una cosa che mi piace.”

Ora però concentriamoci sull'altra azienda (quella un pò più strutturata).

La comunicazione di Taffo Funeral Services è gestita da Riccardo Pirrone (Social Media Manager della pagina Facebook e responsabile di Kirweb) che si interfaccia con la Peyote Adv (come detto l'agenzia esterna che segue la comunicazione del brand).

Ecco cosa dice il direttore creativo di Peyote ADV del modo di comunicare di Taffo Funeral Services:

“Metterci dentro la marca, il valore aggiunto al di là del modo in cui racconti una cosa. Puoi dirla in modo diverso ma l’importante è che la sostanza ci sia! Che ci sia informazione utile per le persone che guardano una campagna, un servizio. Un prodotto con dei valori. Devono venir fuori i motivi per cui quell’azienda è più competitiva di un’altra: quelle sono le cose che rimangono al di là del modo eclatante con cui tu racconti una cosa. Se arriva quella cosa allora la gente non ti ignora e ti ricorda meglio ma deve ricordare qualcosa di importante e interessante su quel servizio. Se io trovo un modo diverso per raccontare le rate… ho vinto. Perché l’informazione che rimane è che con Taffo Funeral Services fai il funerale a rate. Bisogna farsi ricordare. Ad esempio: come faccio a far ricordare che c’è un sexy shop che a Natale può diventare un luogo per fare regali particolari? La sfida è quella! Io ti ho rubato lo sguardo ma devo dirti qualcosa di concreto in quel momento. Se il messaggio è vuoto è inutile, la campagna non converte ed è tutto inutile.”

Taffo Funeral Services Pubblicità

Questo modo di comunicare può fruttare davvero a lungo termine?

Black humor e real time marketing: quali sono i rischi concreti

Taffo Funeral Services è l’azienda di pompe funebri che per prima ha iniziato a comunicare in un modo lontano anni luce dai propri competitor. Nulla da dire, chi arriva prima degli altri ha la strada spianata e come dice il direttore creativo di Peyote ADV, questo tipo di comunicazione da sicuramente un valore aggiunto all’azienda.

Ironia (back humor ai massimi livelli) e tecniche di real time marketing. Qualunque avvenimento drammatico, simpatico importante o meno, Taffo ne crea un contenuto per web (e fa faville!).

Se, da un lato, il real time marketing di Taffo è un arma potentissima per aumentare in maniera esponenziale i backlink vista la risonanza davvero importante dei contenuti delle pagine web (le interazioni medie con i loro post si attestano dai 4000 ai 7000 mi piace!) e il suo contenuto diventa subito virale, dall'altro il rischio dell'utilizzo massivo di queste tecniche è forte.

Se si toppa una volta si rischia di non riprendersi più!

Taffo e il fatturato: davvero in aumento o un fuoco di paglia?

La comunicazione di Taffo fa scalpore. Su internet e soprattutto su Facebook è ormai un punto di riferimento, sia per farsi due risate sia per gli esperti di marketing.

Il problema di una comunicazione di questo tipo è che i dubbi restano sull'effettiva conversione degli utenti (e dell'effettivo ROI, ossia il ritorno dell'investimento in chave di guadagno).

Ok il post è geniale e fa ridere ma andrai a comprare un bara da Taffo Funeral Services?

C’è poco da ridere in quel momento quindi probabilmente no!

L’argomento di discussione è senza dubbio la gestione dissociata tra far parlare di se sui social (ci riescono benissimo) e vendere i propri servizi (qui è poco chiaro).

Molti manuali di marketing dicono che spesso le cose che funzionano nel breve periodo, rischiano di andare a calare nel lungo termine. Taffo si espone moltissimo a questo rischio visto che basa tutta la sua fortuna sulla fama sui social e non su un valore aggiunto dell’azienda rispetto ai competitor (come visto per i vertici di Peyote invece questo tipo di comunicazione è proprio il valore aggiunto dell'attività!).

Il responsabile di Peyote ADV ovviamente la vede diversamente ma il rischi sono concreti.

La loro è comunque una comunicazione unica, che verrà presto imitata ma che per prima ha abbattuto barriere, visto il settore, davvero in modo rivoluzionario.

Negli ultimi anni, visto che non sono sprovveduti, hanno aumentato l'attenzione anche a post sociali (sempre però marchiati a fuoco con ironia e black humor) che possono essere uno strumento importante per farsi ricordare nel tempo.

Taffo Funeral Services per il sociale

Inoltre, la strategia web di Taffo è un pò più complessa di quello che si pensa e ovviamente cavalcando l'onda della popolarità sui social, attualmente riesce a guadagnare anche grazie a collaborazioni con brand importanti e una strategia più di ampio respiro che prevede eventi e iniziative off-line come dichiara lo stesso Riccardo Pirrone:

"Credo che il cross-marketing sia il futuro. Quindi utilizzare non solo i social, ma andare più nel profondo attraverso eventi, direct marketing, inviando gadget e, successivamente, ritornando con la radio e poi i cartelloni. Secondo me il futuro è utilizzare tutti i mezzi di comunicazione a disposizione per comunicare ciò che è il brand. Riuscendo a diventare il brand top of mind per il nostro pubblico."

In ogni caso molti esponenti di Taffo Funeral Services dicono che il fatturato, grazie a questa comunicazione è in aumento e, in effetti, da fonte informazione-aziende si evince che il fatturato durante il 2017 è in aumento di quasi il 10% rispetto al 2015 mentre il capitale sociale è rimasto invariato. Inoltre, va ricordato che gli investimenti sui canali social sono di tutto rispetto: circa 350mila euro all'anno a detta dello stesso proprietario di Taffo Funeral Services.

Taffo, a parte i numeri, è senza dubbio una realtà molto interessante, solo tra qualche anno riusciremo a capire se è stato un investimento duraturo nel tempo. È ovvio che i dubbi su una comunicazione così slegata dai veri servizi che offrono le due aziende ci sono e i rischi di un fenomeno solo momentaneo rimangono!

Visualizza telefono +39 3290374425
Visualizza email info@marketingstudio.it
Chiama Consulenza